Un ottimo test per la Wow Green House Aversa che al PalaJacazzi ospita il Cava del Sole Lagonegro per quello che è un return-match dopo la sfida di qualche settimana fa in terra lucana. Ad esultare sono gli ospiti che vincono 2-3 anche se per tutta la gara la differenza di categoria non si è mai vista.

PRIMO SET. Parte meglio il Cava del Sole Lagonegro e così coach Falabella decide di chiamare il primo time-out della gara (5-9). Il divario diventa sempre più grande (11-17) con la Wow Green House Aversa che non riesce a trovare le misure agli attacchi lucani. Sul 12-18 secondo ‘tempo’ dei normanni. La reazione arriva, Lagonegro sbaglia qualcosina e si arriva sul 17-20. Il muro su Lyutskanov rimanda indietro le velleità dei normanni. Orlando al centro passa per il 20-24. Chiude Pereira 21-25.

SECONDO SET. Quando Pereira Da Silva trova l’ace del 5-8 subito richiama in panchina i suoi l’allenatore della Wow Green House per parlare di tutto quello che non sta funzionando al meglio. Il super muro su Argenta lancia la squadra di Barbiero sul risultato di 12-18. Un punticino dopo (12-19) l’allenatore riparla coi suoi atleti in panchina. Aversa non ci sta a regalare facilmente il secondo parziale e con i due servizi vincenti di Lyutskanov si rifà sotto (20-23). Ma la rimonta non si completa: si cambia 20-25.

TERZO SET. Il primo vantaggio dei padroni di casa arriva solamente nel terzo parziale con il muro di Pistolesi che vale il 5-4. A quota 10 la Wow Green House Aversa ha 3 punti di vantaggio sugli avversari lucani. Lagonegro pareggia subito e chiude il break con il mani out di Panciocco (10-11). Controbreak aversano con Argenta a muro per il 13-11. Sull’errore di Pereira (17-14) coach Barbiero si gioca il suo primo time-out del match. Muro di Pasqual per il +4 (19-15). Sull’invasione lucana ci sono ben 8 set point (24-16). Chiude Diana (25-18).

QUARTO SET. Si inizia con grandissimo equilibrio, si va punto a punto con nessuna delle due squadre in campo che riesce a prendere il largo. Primo doppio vantaggio col muro di Gasparini che vale il 20-18. Il +3 porta sempre la sua firma: ace e 22-19. Lagonegro ritorna -1 (22-21) e coach Falabella ferma il gioco per 30 secondi. Si chiude 25-22.

QUINTO SET. Nei primi dieci punti del tie-break 6 vengono messo a segno dai lucani. In campo poi entrano tutti gli altri elementi della panchina e il divario tra i due sestetti in campo aumenta: Aversa va sotto 7-12 e Falabella chiama time-out. Pereira con un bel tocco sorprende la difesa e sigla l’8-14. Si chiude 8-15.

CAVA DEL SOLE LAGONEGRO: Orlando 7; Biasotto, Izzo 4, El Moudden (L), Lecat 11, Panciocco 15, Azaz El Saidy, Biasotto, Mastrangelo 1, Bonola 6, Pereira 29, Di Carlo (L2), Amenante. All. Barbiero

WOW GREEN HOUSE AVERSA: Marra, Fortunato (L), Argenta 17, Ricci Maccarini, Lyutskanov 20, Pasquali 9, Pietronorio, Pistolesi 2, Barretta, Diana 4, Gasparini 12, Gatto, Iannaccone, Di Meo (L2)