Il 2022 della Wow Green House Aversa potrà restare indelebile nella memoria di tutti gli appassionati di pallavolo maschile della Campania. La società guidata dal presidente Sergio Di Meo dopo aver presentato l’importante partnership con Wow adesso è pronta a costruire un progetto a medio-lungo termine che possa permettere alla città normanna di accedere alla SuperLega.

Il patron della Normanna Aversa Academy targata Wow Green House non nasconde le ambizioni verso un futuro che potrà diventare storia: “Stiamo lavorando affinché la nostra splendida terra possa competere con le big della pallavolo nazionale – ha detto il presidente Di Meo -, stiamo costruendo anno dopo anno un organigramma di professionalità che farà sicuramente la differenza in futuro. Bisogna sottolineare che si vince in campo ma si devono necessariamente conquistare grandi successi anche fuori dal rettangolo di gioco. Stiamo portando avanti anche un progetto di ‘valorizzazione’ delle eccellenze sportive della nostra città con ad esempio Francesco Barretta, Francesco Schioppa, Edoardo Di Meo e Mario Gatto che si stanno prendendo non poche soddisfazioni in Serie A3 nonostante la giovanissima età. E non dimentichiamo la nostra ‘Scugnizzeria’, un baluardo della nostra società: tanti bambini e giovani che vivono la palestra e la pallavolo anziché stare per strada. Tra coloro che oggi si divertono con un pallone potrebbe esserci il campione di domani”.

Di Meo lancia ancora un messaggio a chi dovrebbe ‘sostenere’ la squadra, a chi dovrebbe essere parte integrante di un progetto che porta il nome di Aversa in giro per l’Italia: “Il 2021 si è purtroppo chiuso con una pessima figura col rinvio della gara con Ottaviano per i motivi che tutti noi conosciamo. Non è mai troppo tardi per definire insieme all’amministrazione comunale e al sindaco Alfonso Golia un piano di interventi per far sì che chi venga a vedere una partita di pallavolo possa godersi al meglio lo spettacolo offerto in campo”.

Il presidente poi lancia anche un appello alla città: “Purtroppo questo maledetto Covid ha nuovamente ridotto la capienza del PalaJacazzi. Sarebbe bello vederlo però ogni domenica ‘casalinga’ sempre pieno di passione. Sarebbe questa la più grande vittoria. Il futuro è dalla nostra parte, viviamolo insieme”.

E in conclusione sulla gara di domenica 9 gennaio contro la Folgore Massa (ore 18 ad Agerola): “Siamo una partita molto impegnativa, torniamo in campo dopo parecchie settimane e affrontiamo un avversario molto ostico soprattutto tra le mura amiche. Mi aspetto una grande prova dai miei ragazzi“.