La Ismea Aversa fa vedere le streghe alla Dist&Log Marcianise in quella che è una notte di Halloween che regala tre punti ai normanni in un derby tiratissimo e ricco di pallavolo di altissimo livello. Al ‘Pala Napolitano’ di Marigliano si impongono gli ospiti con una prestazione sontuosa in quella che è stata una fantastica serata, storica per tutta la provincia di Caserta. I ragazzi del presidente Sergio Di Meo, guidati in panchina da un impeccabile Giacomo Tomasello, riescono a cancellare subito il ko con Palmi e si lanciano nuovamente nei quartieri altissimi della classifica.

PRIMO SET. Morelli traccia subito il solco: muro su Libraro e poi attacco micidiale ed è 2-5. L’ace di Sacripanti (3-8) costringe coach Racaniello a fermare il gioco per 30 secondi. Il muro è in ritardo, Starace fa male per due volte di fila: 6-14. E secondo time-out Marcianise. Antonio Libraro si ferma sulla rete ed è il ventesimo punto della Ismea (13-20). Tocco di seconda di Putini e ben 8 set point per Aversa. L’errore di Libraro fa cambiare campo: si gira 16-25.

SECONDO SET. Parte meglio la Dist&Log (6-2) e sull’ace di Libraro Marcianise allunga ancora. Fuori Starace, dentro Corrieri. E la Ismea recupera terreno: ace di Trillini e Morelli che sfrutta le mani del muro ed è -2 (10-8). Sul successivo servizio vincente di Trillini (tocca Libraro) l’allenatore dei padroni di casa chiama time-out. Al rientro in campo nuovo strappo: ace di Tartaglione e +4 (14-10). Si va punto a punto fino ai due muri consecutivi su Starace (20-15). Torna in campo Bonina, che rientra dopo l’infortunio: fuori Diana. La scelta è azzeccata: un punto alla volta la Ismea torna -1 (22-21) col muro di Morelli. Carelli regala 2 set point ai suoi (24-22). Il primo è annullato, ma non il secondo. E’ 1-1 (25-23).

TERZO SET. Il primo strappo è di marca normanna e porta la firma di Morelli: pallonetto da applausi e 6-8. Break di Marcianise per il nuovo sorpasso con la pipe di Librari del 9-8. Contro break della Ismea col monster block di Bonina ed è 11-13. Ma Aversa non riesce a tracciare il solco (15-16). Montò prima tocca a rete e poi sbaglia ed è 17-19. Poi Starace passa sul muro per il +3 che porta Racaniello a chiedere time-out. Carelli si ferma sulla rete e il tabellone dice 19-23. Morelli dai 3 metri sorprende il muro marcianisano e stampa con forza il 19-24. Cinque set point. Chiude, battendosi le mani sul petto, bomber Morelli: è 22-25 e 2-1 nel conto dei set.

QUARTO SET. Tiratissimo il quarto parziale, Aversa dopo uno scambio lunghissimo si regala gli abbraccia dei suoi compagni per il 7-10. La Ismea prova ad amministrare (10-13). Monster block di Trillini e timeout di Racaniello quando il punteggio dice 13-17. I quattro punti di vantaggio resistono fino al 17-21. L’allungo fino al 18-23 (confermato dal videocheck) poi Sacripanti con un mani e fuori sul muro si regala 6 match point. E chiude proprio lui: è 19-25, finisce 1-3.