Si avvicina il giorno fatidico. Quello al quale si pensa sin dal primo giorno di allenamento della settimana. La domenica è dietro l’angolo e si accenderanno i riflettori del PalaJacazzi di Aversa per il big match della terza giornata di campionato, quell’Ismea Aversa-Omi Fer Palmi che già vale una fetta di stagione.

Di certo non si può dire che sia decisiva – d’altronde siamo solo alla terza giornata – ma ci sono tanti elementi che potrebbero far propendere la bilancia di ‘favorita’ del girone Blu di Serie A3 da una parte o dall’altra. I normanni del presidente Sergio Di Meo di certo partono con un piccolo vantaggio, quel pubblico che quando vuole sa fare la differenza. Basta ‘accendere’ l’entusiasmo e poi i tifosi riescono a trasformarsi nel settimo uomo in campo.

Lo ha capito bene anche Mauro Sacripanti, campione di beach volley ma ormai già uno dei punti fermi della squadra guidata da coach Giacomo Tomasello, che in occasione dell’esordio contro la Folgore Massa ha potuto finalmente vivere il calore della gente di Aversa: “E’ stato fantastico e non vediamo l’ora di rivederli nuovamente al nostro fianco – dice lo schiacciatore, già alla sua seconda stagione nella città delle cento chiese -, contro Palmi sarà una battaglia. Ci prepariamo ad una gara lunga che vinceremo solamente se tutti faranno la loro parte. I nostri tifosi hanno dimostrato di poter essere l’arma in più della Ismea, ora confermiamolo anche contro i calabresi di Palmi”.

Giovedì sera la squadra si è riunita nel ristorante ‘Dai Cugini’ per fare gruppo anche fuori dal campo e Sacripanti sottolinea che “anche così si ottengono i grandi successi. Stiamo ‘costruendo’ lo spogliatoio e i contatti con la nostra dirigenza. Stiamo lavorando affinché tutti si sentano parte integrante di un progetto che ha un obiettivo importante come quello di portare Aversa in Serie A2. Ogni elemento deve essere curato e tutti i tasselli devono andare al proprio posto. C’è grande entusiasmo e sono sicuro che regaleremo spettacolo al PalaJacazzi”.

E poi ecco che si parla di ‘pallavolo giocata’. Contro Palmi la squadra ci arriva “con entusiasmo, la settimana sta andando via veloce e non vediamo l’ora di scendere in campo. Siamo soddisfatti del lavoro fatto e siamo carichi per questo big match. Li stiamo studiando con i nostri allenatori e sappiamo quali sono i loro punti di forza ma anche dove hanno qualche ‘mancanza’. Proveremo a limitare le loro bocche di fuoco, con alcuni giocatori di categoria superiore, mentre proveremo a fare male colpendo i loro ‘punti deboli’. Sono fortissimi al servizio ed è questo un fattore che dobbiamo limitare al massimo. Poi dobbiamo guardare a noi: se giochiamo come sappiamo sarà veramente difficile batterci”.