La gara 1 dei play off promozione è amarissima per la Normanna Aversa Academy. L’Abba Pineto si impone con un secco 3-0 tra le mura amiche del ‘PalaVolley’, con una prestazione sontuosa fatta di bel gioco, 15 muri e con la diagonale Morelli-Partenio che ha fatto la differenza in lungo e in largo. Gara invece da dimenticare per Alfieri e compagni che avranno la possibilità di rifarsi già domenica prossima (18 aprile) sempre alle 17 al ‘PalaJacazzi’. Ma servirà una gara completamente diversa, per dare continuità alla serie.

PRIMO SET. Errore di Pineto e subito ace di Sacripanti. Normanna avanti 0-2. Il centrale Bonina non vuole essere da meno: battuta in salto float, ricezione sbagliata ed è in pochi secondi +3 (1-4). Pineto però piazza subito un break di 3 punti e pareggia i conti: ace di Held e 4-4. E’ il valzer dei servizi vincenti: ci riesce anche Trillini e il tabellone dice 7-5. Sul successivo attacco out di Cester l’Abba va avanti di 3. Quando il match è 9-5 coach Tomasello si gioca il primo time-out del match. Aversa di certo non si arrende (10-7) ma i padroni di casa rimandano indietro gli avversari: due muri (di Cattaneo e Orazi) su Cester ed è 13-7. Pineto prova ad amministrare e Morelli fa il fenomeno con un diagonale strettissimo che vale il 16-10. Quando il videochech conferma l’attacco out di Aversa (19-11) Tomasello si gioca anche il secondo e ultimo time-out del parziale. Ma il set è ormai andato. Ace di Held e addirittura +10 (21-11). Fuori Darmois, dentro Mille. C’è anche un doppio cambio: fuori Alfieri e Cester, dentro Bongiorno e Ricco. Il ‘secondo’ opposto riesce subito a farsi valere a muro per il punto del 23-13 ma Morelli vuole chiudere subito il parziale: lungolinea da urlo che colpisce Calitri e ben 11 set point. Ne vengono annullati due ma non il terzo. Si cambia campo 25-15.

SECONDO SET. Si parte in equilibrio ma anche questa volta l’Abba Pineto prova subito a tracciare un solco (5-3) ma prima un muro su Morelli e poi l’errore in attacco di Cattaneo riportano la contesa sul pari. Darmois con un perfetto ‘tocco’ a superare il muro avversario trova l’incrocio delle linee dove non può arrivare nessuno e regala il 6-7 che dà fiducia per il prosieguo del parziale. Ma è un fuoco di paglia: Catone al servizio mette in serissima difficoltà la ricezione normanna, Alfieri non riesce a recuperare la palla e si arriva sul 10-8. Fortes a muro prova a caricare i suoi compagni di squadra e li tiene in scia degli avversari. Bonina passa al centro, poi si gira verso i propri compagni di squadra e dice che bisogna crederci. E’ ancora tutto possibile (14-13). Ma quando Cester attacca out (penalizzato anche dal nastro) l’Abba riesce ad avere tre lunghezze di vantaggio (16-13). Dentro Bongiorno per uno ‘spento’ Cester. Prima Morelli e poi Trillini fermano a muro la Normanna e l’allenatore degli ospiti richiama i suoi ragazzi in panchina ma forse è già tardi (15-19). Alfieri e compagni non mollano ma l’Abba tiene. Si arriva -1 (23-22) quando Zornetta invade e l’allenatore abruzzese Rosichini si gioca il suo primo time-out del match. Held regala 2 set point al rientro in campo. E basta il primo: difesa importante e ancora Held a chiudere 25-22.

TERZO SET. Due muri di fila di Orazi e subito time-out per Tomasello quando il tabellone dice appena 3-1. Quando le 2 squadre tornano in campo Fortes e Darmois provano a caricarsi la squadra sulle spalle con un muro su Morelli che vale il 4-2. Cattaneo dai 9 metri tira però una fucilata che colpisce Sacripanti che non può nulla. E’ già 6-3. Dentro Conte proprio per Sacripanti. Held trova uno spettacolare mani e fuori dopo un grande salvataggio di Morelli sulla ‘seconda’ di Alfieri e Pineto doppia gli avversari (10-5). Gli abruzzesi allungo ancora (aiutati anche dal check) e in un attimo è 12-5. L’allenatore aversano è già costretto ad utilizzare il secondo time-out. Partenio si mette in proprio ed attacca di ‘seconda’ per il 13-6. Conte attacca out (15-7) e torna dentro Sacripanti. Non c’è partita. Quando Bongiorno viene ‘stoppato’ dal muro avversario il risultato dice 21-14. Trillini ci mette la firma decisiva su Sacripanti: monster block del 23-16. Partenio regala 8 set point. Trillini a centro chiude 25-17.

ABBA PINETO: Held 14, Trillini 9, Catone 1, Cappio (L), Partenio 4, Marcotullio, Cattaneo 12, Lalloni, Giaffreda, Orazi 7, Meleddu, Morelli 11, Zornetta 1. All. Rosichini. Ass. Di Pietro

NORMANNA AVERSA ACADEMY: Alfieri 2, Simonelli, Calitri (L1), Di Meo (L2), Bongiorno 3, Darmois 9, Fortes 5, Sacripanti 7, Diana 1, Mille 1, Ricco, Cester 2, Bonina 5, Conte 1. All. Tomasello. Ass. Angeloni

ARBITRI: Beatrice Cruccolini e Marco Turtù