MONTEFIASCONE – Nulla da fare per la Normanna Aversa Academy. Troppa Maury’s Com Cavi Tuscania per Alfieri e compagni che infatti lottano solamente nel primo set prima di affondare sotto i colpi di Boswinkel e degli ex De Paola e Gradi che regalano la vittoria ai padroni di casa. La squadra di Tomasello non è mai andata in vantaggio nel match (solamente una volta, ad inizio secondo set) con Tuscania che ha dimostrato la differenza esistente tra i due roster, e anche ovviamente in classifica (i laziali sono quarti, ad un passo dal podio). La gara ‘decisiva’ per i normanni ci sarà però mercoledì 30 dicembre, per quella che sarà anche l’ultima sfida del 2020. Si giocherà al PalaJacazzi (alle 16) il match di recupero contro Palmi, fanalino di coda del girone Blu. E in quell’occasione non si potrà fallire l’appuntamento con la vittoria.

PRIMO SET. Il primo punto del match è dei padroni di casa con Cioffi a muro. Ancora un muro per la Maury’s Com Cavi che permette ai laziali di conquistare il primo +2 della gara (5-3 con Boswinkel). L’ex di turno, De Paola, spara out e regala il pari a 5. Punto a punto fino al nuovo doppio vantaggio dei padroni di casa con l’altro ex del match, Gradi, che sigla in diagonale il 9-7. La squadra di coach Tofoli allunga fino al 13-10 quando Darmois non riesce a difendere. La Normanna Aversa Academy va sotto di 4 (16-12) e coach Tomasello chiede il primo time-out. C’è subito reazione e un punto alla volta la squadra aversana riesce a recuperare e ad agguantare il pari con una splendida rimonta (22-22). Poi si spegne (come succede spesso) la lampadina e arriva il break di Tuscania fino al 25-22. E’ 1-0.

SECONDO SET. Parte subito meglio la Maury’s (3-1) ma la Normanna non si demoralizza e piazza un bel break di 3 punti a zero per il 3-4 che vale anche come primo vantaggio di Aversa nel match. Ma  è un fuoco di paglia visto che comunque Tuscania torna subito ad alzare il muro e a lavorare bene in ricezione per un nuovo sorpasso e allungo fino al 7-5. I padroni di casa guidati da coach Tofoli riescono, dopo pochi minuti, a trovare addirittura il +5 che costringe l’allenatore ospite, Tomasello, a chiedere una interruzione del gioco per 30 secondi. Vanno in campo Bongiorno e Mille per Cester e Sacripanti ma la mossa non dà i frutti sperati. Si arriva al termine del set senza troppi sussulti con i laziali che amministrano: Gradi con una bella pipe regala ben 6 set point (24-18). Annullato solo il primo, chiude Cioffi con un primo tempo (25-19).

TERZO SET. L’aversano De Paola, schiacciatore di Tuscania, piazza due attacchi di fila portando subito la sua squadra sul 6-2. Quattro punti di vantaggio per la Maury’s Com Cavi che permettono ai laziali praticamente di amministrare fino al termine del set. Dal 7-3 in poi break dei padroni di casa con la Normanna Aversa Academy che non riesce proprio a reagire. Si arriva in pochi minuti sul 10-3 con gli aversani che sembrano quasi subito mollare. Dentro Ricco e Bongiorno per Alfieri e Cester. Ma è tardi già per qualsiasi mossa, nella pallavolo moderna è quasi impossibile recuperare 7 punti di svantaggio. Che diventano 9 quando il tabellone dice 20-11. In campo dei ‘titolari’ ci sono solamente Calitri e Sacripanti, dentro anche Diana e Conte. L’under Menichetti porta la sua squadra ad aver ben 11 set point (24-13). Chiude sempre Menichetti conquistando con la sua Tuscania i 3 punti in palio (25-14).

MAURY’S COM CAVI TUSCANIA – NORMANNA AVERSA ACADEMY 3-0 (25-22; 25-19; 25-14)

MAURY’S COM CAVI TUSCANIA: Stamegna ne, Zibella (L2) ne, Marsili 4, Pace (L1), Menichetti 2, De Paola 8, Gradi 11, Boswinkel 16, Catinelli 1, Skuodis ne, Cioffi 6, Ragoni ne, Ceccobello 8. All. Tofoli. Ass. Barbanti

NORMANNA AVERSA ACADEMY: Alfieri 2, Simonelli ne, Calitri (L1), Di Meo (L2), Bongiorno 3, Darmois 8, Fortes 6, Sacripanti 5, Diana 2, Mille, Ricco, Cester 6, Bonina 4, Conte. All. Tomasello. Ass. Angeloni

ARBITRI: Serena Salvati e Antonio Capolongo

FOTO Luca Laici Tuscania Volley