AVERSA – Questa volta nei momenti decisivi la Normanna Aversa Academy resiste e conquista una preziosa vittoria contro la Gestioni&Soluzioni Sabaudia al termine di un match durato due ore e mezza. Finisce al tie-break ma a gioire è la squadra di coach Tomasello che ora sarà chiamata a due gare in 10 giorni. Domenica prossima la sfida a Tuscania, mentre mercoledì 30 dicembre si gioca in casa il recupero con Palmi.
PRIMO SET. Partenza sprint della Normanna Aversa Academy che legge bene ogni attacco di Sabaudia e nei primi 10 punti del match costringe l’allenatore laziale, l’ex Passaro, a chiamare per ben 2 volte il time-out (8-2). I ragazzi di coach Tomasello non mollano, alzano il muro e quando Fortes ferma l’attacco avversario il tabellone dice 12-6. Sacripanti a muro ferma Baciocco per il 15-7. Sull’attacco out di Focosi e poi sul successivo pallone out di Baciocco la Normanna allunga fino al 19-10. Gli ospiti provano a recuperare qualcosina (20-14) e questa volta è coach Tomasello a fermare il gioco per 30 secondi. Si torna in campo e Sabaudia arriva fino al -5 (23-18) ma è Fortes a togliere le castagne dal fuoco: primo tempo vincente su ‘assist’ al bacio di Alfieri e 6 set point. A regalare l’1-0 è Link che spara out il servizio e si cambia campo 25-19.
SECONDO SET. Ace di Link e primo +2 di Sabaudia nel match (3-5). Poi i laziali provano ad amministrare il vantaggio ma Aversa resta in scia con Sacripanti che attacca un pallone ‘scomodo’ dalla seconda linea e si prende gli applausi dei compagni per il 7-9. Il pari è nell’aria e arriva a 10 quando la ricezione di Sabaudia non è perfetta sul servizio di Alfieri. Sul vantaggio normanno (12-11) coach Passaro chiama time-out. Sul 16-17 è costretto ad uscire per infortunio Alfieri, dentro Ricco. Esce anche Cester per dare spazio a Bongiorno. Quando il gioco riprende Focosi stoppa l’attacco di Sacripanti ed è 16-18. Doppia di Schettino e poi muro di Bonina e si torna in parità. Punto a punto fino al 20-22 che costringe coach Tomasello a chiamare time-out. Link trova l’incrocio delle linee in diagonale (conferma dal videocheck chiamato dall’arbitro) e regala il 22-24. Sul successivo primo tempo out di Fortes è 1-1 (22-25).
TERZO SET. Torna in campo Alfieri, dopo il lavoro del massaggiatore Giuseppe Menale. Sulla pipe di Darmois la Normanna si lancia verso il doppio vantaggio (5-3). Sul successivo attacco out di Astarita (6-3) l’allenatore della Gestioni&Soluzioni chiama time-out. Due punti di fila di Aversa e Passaro si gioca anche il secondo ‘tempo’. Muro di Alfieri e Aversa allunga (10-3) con un break di 7 punti a 0. Alfieri di seconda fa 17-9 e il divario aumenta ma coach Tomasello chiede di non abbassare la guardia. La Normanna ‘doppia’ gli avversari laziali (20-10) quando Fortes sorprende la ricezione e trova l’ace. Pomponi trova la rete sul servizio e regala 9 set point (24-15) all’Aversa. Ne basta uno: errore a rete di Sabaudia che non riesce a difendere un attacco normanno ed è 2-1.
QUARTO SET. Parte meglio Sabaudia (2-5) ma Aversa con l’ace di Fortes (su Baciocco) e poi con l’attacco lungolinea di Sacripanti (che tocca la parte alta del palazzetto dopo la difesa) conquista il vantaggio al termine di un break importante (7-6). Sull’ace di Link i laziali ritrovano un nuovo mini allungo (12-15) e l’allenatore della Normanna ne riparla subito con i propri ragazzi richiamandoli in panchina. Darmois non ci sta e trova il servizio vincente: è pareggio a 15. E’ una sfida ad alti e bassi: ace di Frumuselu su Sacripanti e nuovo +2 degli ospiti (16-18). Coach Tomasello si gioca il time-out sul 18-21, con la speranza che non sia tardi. Cester spara out in parallela per il 18-23. Chiude Tognoni con l’ace del 20-25.
ULTIMO SET. Partenza di rabbia della Normanna Aversa Academy che si porta subito sul 4-1 (Cester vince un contrasto a rete) e Passaro richiama subito in panchina il suo sestetto per valutare insieme quello che non sta funzionando. Quando il tabellone dice 5-3 è coach Tomasello a fermare il gioco. Sulla battuta out di Link si cambia campo con Aversa avanti di 3 (8-5). Muro importantissimo di Sacripanti su Link e Aversa che conquista tre punti di vantaggio (10-7). Come succede ormai sempre quando la palla inizia a scottare la Normanna inizia a sbagliare: due attacchi out (di Fortes e Cester) e si torna in equilibrio (13-12). Al rientro in campo è proprio Fortes a regalare 2 match point. Il primo è annullato ma non il secondo: monster block di Darmois e braccia al cielo, vince la Normanna. Finisce 3-2 (15-13).

CREDIT PHOTO: Anna De Gregorio